le foto brutte

Un paio di settimane fa, a pranzo dai Nelli, è comparsa una vecchia scatola da scarpe piena di foto. Erano le foto scartate, quelle che non hanno mai trovato posto negli album. Le foto brutte, insomma. È doverosa una premessa: col tempo mi sono aggiustata, ma dai 9 ai 18 anni sono stata una cosa inguardabile. Non manco mai di ringraziare le divinità olimpiche che mi hanno consentito di trascorrere...

Ritratto in bianco e nero. Con colori.

"Due ragazze cercavano un uomo"

Forse ci sono famiglie serie al mondo. Non la mia. E posso dire che sono triste, tristissima, per nonna Incorporella che una settimana fa ha lasciato andare questa vita che ormai non le assomigliava più, è tornata tra le braccia del suo amore, o perlomeno così desiderava lei, e così pensiamo noi, che siamo rimaste qui a barcamenarci con questo buco nel cuore e nello spazio. Ma posso dire che...

le grandi manovre partono dai piccoli cassetti.

Essendo che, per la gioia dell’orso, ho deciso di raschiare e pittare un elevato numero di mobili anziani ereditati dai nonne/zii incorporelli, sto provvedendo a svuotare decinaia e decinaia di cassettini in cui si annidano furtive prove materiali della mia vita fino ad oggi. prima di cominciare mi sono data due regole fondamentali: si butta via quasi tutto. vietato soccombere alla disperazione. dicono che quando stai per morire ti passa...