My best Sunday dress

Le suggestioni arrivano da tutte le parti. Dalle immagini che non ti mollano, dagli articoli tipo questo, dai frammenti che raccogli per caso, parlando con le persone. Scrivi? Mi chiedono gli amici, stai scrivendo? È tanto che non posti sul blog. La verità è che io scrivo sempre, ma non sempre è necessario che qualcuno lo sappia. Anzi, c’è una cosa che mi piace tanto ultimamente, in certe sere tardi,...

Tutto si immagina

Io amo le storie. Leggerle, ascoltarle, raccontarle. Amo anche scriverle, è uno sporco lavoro e non viene sempre bene, ma è anche un piacere personale purissimo e indiscutibile. Ormai da tre anni mi regalo due ore alla settimana per frequentare corsi di scrittura (tipo questo e questo) che si traducono in pagine e pagine di appunti, files di word, riscritture, note in brutta grafia su quaderni sconnessi, ma soprattutto, come...

il dritto di essere chi vuoi

E così sappiamo chi è Elena Ferrante. I suoi lettori, a dirla tutta, secondo me lo sapevano già: una scrittrice amata, una narratrice impeccabile, la costruttrice di un mondo popolato di figure che restano a lungo nella tua coscienza a raccontarsi. Di tutto il clamore, a me resta l’amarezza: preferivo il mistero. Ricordo lo scambio su whatsapp quest’estate con la mia amica di Belgrado, il suo aver letto “L’amica geniale”...

Racconta di ciò che sai, dicono

Sto leggendo tantissimo. Giuro. Forse è per questo che non scrivo una mazza. Eppure, in teoria, la lettura è un esercizio fondamentale per la scrittura: lo dico sempre. E invece. Il fatto è che leggere ti butta addosso secoli di genialità a cui sei completamente impreparata. A che serve raccontare delle tu tonsilliti di bambina, quando non potrei mai eguagliare le atmosfere del rione di Elena Ferrante? Quale tetralogia fantasy ambientata...

11/09/01

  (Questo è il racconto che ho scritto come esercizio per il corso di narrativa che sto seguendo – con il vate Marco Lazzarotto ai comandi, sotto la sacra egida di Zandegù. Le due ore del mercoledì che passo in quell’aula sono sempre nella top ten della settimana). Ho 21 anni, due treccine e una giacca rosa di Fiorucci, nuova. Sono seduta sugli scalini di casa, fuori dal portone, la...