le teorie, quelle intelligenti.

S’è parlato spesso, con la socia alisia, dell’isola degli ex. che dovrebbe essere quel posto garantito per diritto costituzionale in cui confinare tutti gli ex fidanzati problematici [posto che esistano ex fidanzati non problematici].

ti lasci, compili un apposito modulo, e invii il tuo ex in questo atollo nel bel mezzo di niente, perdendone le tracce per sempre. così si salverà tutto: il ricordo. la dignità tua [non potrai fargli telefonate patetiche alle quattro di notte ubriaca]. la dignità sua [non riceverai patetici sms finto casuali che cercano di indagare sulla tua nuova vita sentimentale]. la vita sociale degli amici, che non si troveranno in imbarazzo quando il tuo ex inizierà a vomitare verde e ad avere le convulsioni se malauguratamente ti incontra in giro un sabato sera.  insomma, one way ticket per un bel posto in mezzo al niente.

quet’idea dell’isola degli ex ricorre spesso, quando si parla di noi o di terzi.

ma forse è poco fattibile.

però io, che sono una fucina di nuove idee e teorie interessanti, avrei sviluppato un nuovo applicativo sentimentale che secondo me non è da buttare via.

il riciclo.

della serie: sono ingrassata, una maglietta non mi va più, però è ancora seminuova, carina, e allora cosa faccio? la passo ad un’amica più magra. facile facile. contenta lei, e contenta io che non ho sprecato una maglietta.

perchè non si può fare lo stesso con i fidanzati?

ti sei amato,  l’amore è passato ma comunque ti stimi, ti vuoi bene.  pensi che il tuo ex alla fine non sia un coglione, abbia tanto da dare. e la tua amica tanto carina, così simpatica, che continua a traslare da uno stronzo a un altro senza soluzione di continuità, perchè non può fruire della tua esperienza? tieni, ti passo il mio fidanzato, per me non va più bene, ma è davvero una bella persona.

così ti risparmi anche il patetico stereotipo di ex fidanzata acidella nei confronti della nuova fidanzata. e con il tuo ex puoi rimanere in buoni rapporti, è tutto così semplice, così lineare. siamo una grande famiglia.

ed è anche ecologico, riciclare un fidanzato, anzichè buttarlo via. molto anno 2011.

poi magari c’è l’ex fidanzato stronzissimo. e allora cosa fai?

lo proponi alla peggior stronza che conosci, ovviamente.

che il porco di una può essere il salame di un’altra, metaforicamente parlando. o no?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...