c’è qualcosa nell’aria stasera.

tipo nube di chernobyl emozionale. siamo tutte un po’ in crisi, un po’ depresse, un po’ in pre-menopausa, un po’ così.

l’amica frankie si viviseziona la vita e la socia balle si lascia andare a morti interiori spalmata sul divano.

l’amica lanza sogna lidi di giovinezza perduta e la sottoscritta pianifica assurdità irrealizzabili.

e patatuini ha perso la fede.

del resto, che vita è? abbiamo passato la nostra infanzia e adolescenza a cibarci di sogni di gloria, di sogni romantici, di aspirazioni elevate, poi siamo arrivate ai venti e qualcosa e ci han detto, scusate ci siam sbagliati, ci hai creduto faccia di velluto, adesso firmati ‘sto mutuo così ti porti avanti con le ansie per i prossimi trent’anni, ah, e per quello che riguarda ciò che sognavi c’è l’apposita pagina su facebook dove scrivere le citazioni di fabio volo. o postare le foto del cucciolone. e dai, stai allegra! e dimagrisci. e un fidanzato ce l’hai? e ‘sto figlio quando lo fai? e a queste rughette non vogliamo pensarci?

insomma, io dico, ma porco cazzo, hai passato i primi venti e passa anni della mia vita a insegnarmi a non essere convenzionale. a volare alto. a sognare, a fare delle domande che non fossero scontate, e poi adesso mi fai sentire un’aliena solo perchè non abbraccio le risposte che erano già della mia trisnonna? sposati, fai i figli, combatti contro la cellulite. ma vaffanculo, scusa! io ho sprecato i giorni di sole dei miei quindici anni a studiare orào/oìda/opsomai, ho rigettato i consigli di stile di ilaria galassi, ho deriso dall’alto dei miei concerti rock le mie compagne elias e tisini che passavano i pomeriggi a bare il the coi genitori di lui e con l’anello d’oro di valenza, e adesso vengo bollata come disadattata generazionale perchè ho trent’anni, i capelli rosa e le mie ovaie non piangono miseria.

e poi la gente mi dice “ma almeno tu fai un lavoro stimolante”. sì, certo, come no. quanta cultura! il libro di ricette della parodi o la biografia di tiziano ferro? il bigliettino coi fiori bianchi o quello con l’orsetto giuggiolone? ma secondo lei prendo questo giallo coi morti ammazzati o questo thriller in cui un pazzo ammazza la gente? signora, costano 5.90 €, ne scelga uno a occhi chiusi e non rompa le balle!

io penso che siamo tutte un po’ in crisi perchè la vita non ha mantenuto le promesse. o noi non le abbiamo mantenute. ma mi rifiuto di pensare che sia colpa mia anche di questo. una soluzione non c’è. c’è solo una birra bella fresca e psicanalisi generica mentre i gatti di alisia mi annusano i calzini.

forse è ora di buttare le adidas.

Annunci

Un pensiero su “c’è qualcosa nell’aria stasera.

  1. Suzupearl ha detto:

    Siamo quella generazione che è arrivata troppo presto e troppo tardi per tutto. Ma non è colpa nostra. Per quanto folli, chi se l’andrebbe a cercare una vita del genere? (felice di rileggerti!)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...