caro babbo natale

già che ti si definisca babbo forse vuol dire che tanto svicio non sei, ma io provo a rivolgermi a te in qualità di babba più o meno natalizia.

caro babbo, dicevo, ho poco tempo e molti desideri, tutti irrealizzabili, lo so. quindi quest’anno ti chiedo le cose utili, come alla vecchia prozia che ti regala i calzini.

caro babbo, in questi giorni di natale non farmi prendere multe, autovelox, rossi, parcheggi, ti prego. ho pochi soldi e pochi punti. metti al tua santa mano sul mio capino e guidami nel traffico. distrai i vigili, fai cagare le renne in testa alla GTT, fai qualcosa, insomma.

e poi, caro babbino, fammi mangiare tutto quello che voglio senza ingrassare nemmeno di un etto, per un po’ di giorni, che ce vò? c’è gente dal metabolismo benedetto 24/7/365, io ti chiedo solo di annullarmi le calorie in questa festività.

santa claus di rosso vestito, non farmi arrivare bollette, gabelle, tasse, cartelle equitalia,  balzelli, sgherri comunali armati di fogli protocollo incomprensibili, rate di imposte dagli acronimi inspiegabili,  gente che mi aveva prestato 50 lire nel 1982 e che adesso vuole tremilaottocento euro calcolati sull’oscillazione nevrastenica del tasso euribor. babbo del mio cuor, i soldi sono finiti, per tutti noi e in particolare per me. fai in modo che almeno per un po’ smettano di chiedermeli.

e infine se si potesse anche togliermi questo colorito verdastro, l’occhio spento, la pelle opaca e l’irsuto sopracciglio così, senza bisogno di cure speciali, insomma, se a natale e capodanno tu potessi farmi essere naturalmente e splendidamente bella anche senza un’impalcatura di fondotinta e ombretti a base di calce viva, io te ne sarei grata, diciamo.

e proprio come ultima cosa, caro cicciotto, niente catene di messaggi natalizi e capodanneschi e befanosi e cazzivariosi, che sono uguali tutti gli anni, che tanto non rispondo, che tanto non me ne frega un cazzo di riceverli, che tanto le persone a cui ho qualcosa da dire e che vogliono dirmi qualcosa, che sia vaffanculo o ti adoro, me l’hanno già fatto sapere in altri modi o me lo scriveranno in un modo che vada bene per me medesima e non indistintamente per me, il commercialista, la zia vedova e l’ex fidanzata emigrata.

grazie caro babbo, e buon panettone a te e a tutta la cumpa.

Annunci

2 pensieri su “caro babbo natale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...