Lettera a una star

cara jennifer aniston,

vanity fair dedica la milionesima copertina ad angelina, e io non posso fare a meno di pensarti. sarà che mi sei sempre stata simpatica,  dai primi episodi di friends fino alle ultime commedie romantiche di cui, chi mi conosce lo sa, sono ghiotta, alla faccia di tutti gli intellettuali che le schifano.

mi viene da pensare quant’è dure essere la ex più famosa del mondo gossip. soprattutto quando il tuo ex e la sua nuova compagna di vita vengono costantemente schiaffati in copertina come apologia della forma fisica, della ricchezza consapevole e politically correct, e della famiglia perfetta.

mi viene anche da pensare che t’è andata bene, jen (posso chiamarti così, vero? ormai siamo intime).

al di là dell’indiscutibile fatto che tu, il buon brad, ce l’hai avuto per le mani quando vestiva i calzari del pelide achille, e scusa se è poco. era all’apice, amica mia. da lì in poi, declino. “declino” , visto che stiamo pur sempre parlando delle chiappe più famose della west coast, è una parola che va usata con parsimonia, ma comunque è innegabile che all’epoca fosse più figo che mai.

ma, jennifer, pensaci. una vita piena di marmocchi saltellanti e cause umanitarie. una vita gusto tofu e acqua evian.  una vita all’insegna dell’essere buoni, bravi, belli ma anche glamour ma anche equi e solidali, ma che palle. e poi, quanti bambini? ma stiamo scherzando? io posso concepire di avere tutti quei bambini in giro per casa solo se decido di aprire un micronido o di metterli a cucire palloni nel sottoscala.

una vita di film impegnati con registi pazzi. mi danno l’impressione di due che non si fanno mai una risata sgangherata, quei brangelina.  a te no? e adesso a quanto pare si vogliono pure sposare, non per fare una bella festa ovviamente, ma perchè sai, i bambini…ma dai! allora se devi avere questa mentalità da monsù travet, che te ne fai dell’essere una superstar di hollywood?

insomma, jen, ci siamo capite? siamo d’accordo?

no regrets, come cantava robbie williams, o, se preferisci, nessun rimpianto, come cantava max pezzali.

poi, certo,  se nel frattempo riesci a trovarti uno un pelino più bonello di justin theroux, tanto di guadagnato.

XXX

B.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...