Per favore non mordermi (solo) sul collo.

E così, anche la Saga Dei Toraci Possenti (The Mighty Thorax Saga per gli anglofoni) è giunta al suo naturale epilogo. Un lieto & piovoso mercoledì sera, armate solo di ormoni impazziti e popcorn, io e la socia Alisia ci siamo recate al cinema Ideal per affrontare la visione di Breaking Dawn, seconda e ultima parte.

non presente causa oceano di mezzo la mia bionda gattinara, che fu la prima a supportarmi nell’insana passione per la saga più controversa di sempre.

che diciamolo da subito: per definizione, la saga è da sfigata. essere fan di una saga grida “LOSER” da tutti i pori. la saga è indice di acne, sovrappeso, forfora, balbuzie. la passione per una saga è quella cosa di te che in una relazione sveli per ultima e solo costretta da cause di forza maggiore. che poi almeno i fan del signore degli anelli hanno dalla loro anni di metal e metallari a supportarli, anni di saggi più o meno accreditati che sviscerano la metafisica complessa del fantasy d’autore. i fan di twilight al massimo hanno un esercito di blogger minorenni obese, una manciata di fanfiction e qualche twilight mum del nebraska con una cotonatura agghiacciante.

io ho st’infogno per i film della saga di twilight. non so spiegare perchè. tra l’altro,  non è che l’infogno mi metta al riparo dal considerarli anche e comunque delle cagate pazzesche. roba che li guardo e so esattamente in che misura e in quali termini l’intera faccenda sia criticabile.

una su tutte: l’attrazione misteriosa di edward per bella. che diciamo la verità, bella diventa bona solo nell’ultimo film, da vampira. vuoi perchè finalmente la smettono di impaludarla in parka color caghetta e t-shirt da sciattona, che io neanche per andare al pam a far la spesa il lunedì mattina, e sì che io non sono una da tacco dodici. in quest’ultimo film, finalmente bella sfoggia un paio di vestitini, si vede lo stacco di coscia e finalmente si capisce perchè il vampiro bonone ha scelto lei forevah and evah. del resto, probabilmente per far risaltare lei, al liceo di forks son tutte delle racchie senza speranza. roba che di solito i licei americani sono il paradiso delle ninfette cheerleaders (mean girls docet), invece lì no, a parte bella ci sono giusto l’amica con tre metri di fronte e la cinese nerd con gli occhiali. poi ci sono anche le altre vampire , che, stando alla descrizione del libro, son belle in maniera indescrivibile, e nei film (vuoi sempre per non far sfigurare la nostra benamata kirsten senza trucco e con addosso la maglia del pigiama) son banali in maniera imbarazzante. poi la povera alice, che originariamente viene paragonata ad un folletto, per aderire a questa descrizione letteraria è costretta a saltellare come una demente per tutti e cinque i film, a scendere le scale al ritmo tacco/punta e a mimare un demi-pliè tutte le volte che viene inquadrata.

poi personalmente trovo imbarazzantissimi gli ansimi e i sospiri. ok, ho capito che volete scopare e non potete perchè c’è il rischio che lui ti trasformi in un patè friskias. ma santo dio andateci piano con ‘sti rantoli! più che due innamorati mi parete due che hanno un attacco simultaneo di colite e cercano di coprire i brontolii interiori con finti colpi di tosse. lei poi ha ‘sta mania (credo accurata scelta registica) di tenere sempre l’occhio basso, un po’ sposa medievale sicula un po’ timida gallinella da scuola superiore. il risultato secondo me è che sembra un po’ handicappata, e, di nuovo, non si spiega come cazzo è che, fra tutte, il figo della situazione scelga proprio la nuova arrivata diversabile.

e tra l’altro, a proposito di diversabilità, siate oneste: a quante di voi è capitato di farsi un taglio con la carta aprendo un pacchetto di compleanno e sanguinare per tre ore come una maiala sgozzata? non è che sei impacciata, bella, è che sei proprio un po’ mongola, fattelo dire.

io devo dire che, dovendone scegliere uno, il mio preferito tra tutti i film è eclipse. vuoi perchè alla pletora di vampiri gnocchi buoni si aggiunge il vampiro gnocco cattivo (riley per i twilight-alfabetizzati), vuoi perchè i licantropi passano due ore buone a strapparsi la camicie di dosso e finalmente jacob s’è tagliato i capelli. e non dimentichiamo che è in eclipse che c’è la scena epica della triolata in tenda, con bella che fa la zoccola morta e finge di aver freddo così il lupo caliente se la puntella da dietro, il tutto mentre il vampiro guarda e poi, quando lei finge di dormire nonostante sia chiaro che il durello di jacob le sta perforando la trentatreesima vertebra, entrambi parlano di quanto la amano. comunque mi pare lampante che bella finga di aver freddo, perchè il mattino dopo aver teoricamente rischiato di morire congelata se ne esce a fare quattro passi nella neve con addosso niente altro che una camicettina di flanella con le maniche arrotolate. capito? la stessa che dodici ore prima giocava a violetta valery ingolfata nel sacco a pelo col licantropo. che ipocrita.

poi vorrei parlare dei capelli di tutto il cast. scusate. solo per capire, perchè la produzione ha risparmiato sui parrucchieri? neanche le lavoranti di jean louis david alsecondo giorno d’esperienza sarebbero capaci di un tale scempio. bella in teoria ha 16 anni e il capello color mogano. ripeto, color mogano. il color mogano è l’emblema della menopausa, certo non te lo fai a sedici anni, carina. jasper hai il frisè. nei primi film, jacob ha i capelli lunghi, piastrati e con la riga in mezzo e sembra il fratello scemo di nuno bettencourt. esme ha il casco più fonato del west (e quando non è a fonarsi il casco, fa un giro a seattle a bombarsi il dottor karev). carlisle sembra la rettore. il peggio però è aro, il cattivone pauroso superpotente dei volturi che in tremila anni di vita non è ancora riuscito a liberarsi di quel taglio di merda che gli hanno fatto nell’antica roma e va in giro col capello leccata-di-mucca e il segno dei denti del pettine sul capoccione.

concluderei questo inutile sproloquio con una domanda per i costumisti dell’ultimo breaking dawn: per quattro film, edward s’è messo la camicia e il completo spezzato pure per andare a caccia di orsi nei boschi. com’è che in questo film ad un certo punto me lo fate comparire sciattissimo con la felpa nera presa paro paro dal guardaroba di A di pretty little liars? già ho dovuto accettare la triste realtà, che i vampiri non si denudano con la stessa frequenza dei licantropi, anzi, sono piuttosto avari di esibizioni. almeno risparmiatemi la vista di robert pattinson conciato come un rappettaro della scuola media. piuttosto, lo scollo a v.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...