Today is the greatest day I’ve ever known

amo che il futuro abbia smesso di esistere ben prima che io potessi averne uno amo ee cummings che mi ha dato un alibi per snobbare le maiuscole amo ferlinghetti per essere morto vecchio, e janis joplin per essere morta giovane, e kerouac per essere stato un signore di mezza età che viveva con sua mamma, o così dice la leggenda amo immaginare che qualcuno mi senta quando pregoquando chiedo...

I’ll shake this world off my shoulders

Io, fotografata da Giorgio Violino

Prima o poi ci riprenderemo la notte, te lo giuro. Le luci che si accendono come una festa a sorpresa mentre camminiamo sul marciapiede. Il marmo freddo di un gradino sotto il culo gelato, le gambe tese nella brezza fresca di una notte d’estate. Ti giuro che riavremo i prati verdi dei parchi dei diciott’anni, le zanzare, il sudore sotto le ginocchia. Ti giuro che riavremo la birra calda in...

Frustrated, Incorporated

Dice che ci vogliono ventun giorni a farsi un’abitudine. Ventun giorni per imparare a mangiare la verdura, per mettersi il contorno occhi ogni mattina, per ricordarsi di dire le preghiere prima di andare a dormire. Dice che se resisti per ventun giorni ce l’hai fatta. Dice che una volta al mese si rinnovano tutte le cellule epiteliali che abbiamo. Piccoli serpenti crescono. Ma allora, questa memoria dei gesti che ci...

do you remember a time i met a girl from Mars?

un anno fa, erano quasi quaranta. erano quasi gonna di tulle rosa tolta prima di andare in bagno, mutande alla mercè del pubblico. Un diadema sulle trecce. Promesse per i giorni a venire. Un anatema casuale. Tutti i fili che mi legano alla vita, sotto forma di mani e sorrisi. La sera prima, subito prima, di questa data definitiva, passeggiavo sul ponte sulla Dora con la mia amica del cuore,...

turning mistakes into gold

Non sono veramente le persone a spezzarti il cuore. È la vita con i suoi disegni imperscrutabili e le sue regole maldestre. Se te la cavi con solo una punta di amaro, e per il resto continui a credere nel buono, allora avrai vinto contro la parte peggiore di te stessa, quella che ti voleva grigia e incapace di sorrisi no matter what. Quando stai tanto da sola impari a...

You’re never gonna stop all the teenage leather and booze

Mi piace quando il cielo è rosa e blu a strisce e c’è una strana quiete di zucchero filato. Mi piace quando esco di casa e c’è il vento e mi sento impaziente di cose che stanno per succedere, anche se poi non succede mai niente. Mi piace il senso di possibilità. Mi piace il bassotto con il carrellino che trotterella sulla strada del parco, se anche noi potessimo essere...

And the world is etched upon your heart

Stanotte ho sognato la mano di Vitto quando era bambina, minuscola e calda nella mia, sempre un po’ pronta a sgusciare fuori. Ho pensato che una delle prima cose che si prende l’età adulta è la forma piccola del nostro corpo, la possibilità di essere accudite e vezzeggiate e prese per mano senza sforzo apparente. Non lo sai, semplicemente non lo sai, quanto poco scontato è avere un corpo che...

So far so good

Siamo allo start della terza settimana. Come va? Chiede. Io tengo bottissima. Qua intorno a me per ora tutti ok, e questa è la sola cosa che conta. La cosa peggiore di questo momento di quarantena sono i miei capelli. Hai voluto la frangia? E mo abbaia, ché sembri uno Shih Tzu. Ci sono quelle che si sentono prudere le mani perché vogliono mandare un messaggio a tutti i loro...

Aspetta primavera, Beatrina

Allora, l’idea di fondo era di scrivere un post motivazional – sentimentale che partiva con “ho imparato che”. Ma la verità è che la sola cosa che ho imparato è che non imparo mai un cazzo. Altro che frasi topiche e citazioni di Joe Strummer, la sola frase che mi sarebbe stata bene tatuata addosso è, appunto, “Non imparo mai”. O “I never learn”, così lo capivano anche all’estero. Ok,...